Roma ricorda Nicholas Green a poche settimane dalla giornata Europea della Donazione di Organi

Il sindaco Marino ha inaugurato questa mattina un parco intitolato alla memoria del bambino

inaugurazione-parco-nicholas-green

Di fronte a oltre cento bambini fra i 6 e i 10 anni del plesso scolastico Ilaria Alpi, il sindaco Marino ha inaugurato un parco del XIII municipio di Roma, intitolato alla memoria di Nicholas Green, il bambino americano ucciso 20 anni fa durante una rapina mentre era in vacanza in Italia con la famiglia che donò i suoi organi salvando così la vita a sette persone.

Si tratta del 104esimo luogo italiano che porta il suo nome a dimostrazione di quanto il nostro Paese mantenga vivi il ricordo e la riconoscenza per quel grandissimo atto di amore.

Il padre, Reginald, nel suo toccante discorso si è detto orgoglioso di presenziare all’inaugurazione del parco dedicato al figlio e ha ricordato l’importanza di riflettere sulla donazione di organi quando ancora si è in vita perché in caso di morte improvvisa di un proprio caro può succedere di essere impreparati rispetto ad una scelta così delicata.

“Il comune di Roma vuole mantenere vivo il ricordo di Nicholas – ha detto il sindaco Marino – con l’impegno per tutti i bambini che giocheranno in questo parco di mantenerlo bello per onorare i concetti più importanti della
 nostra società : vita, amore e pace”.

Marino ha informato i presenti che, dal 2014, a Roma è possibile dichiarare la propria volontà di donare gli organi quando si rinnova la carta di identità e che lui stesso è stato uno dei primi a farlo.

Il primo cittadino ha ricordato anche che Roma ospiterà l’11 ottobre le celebrazioni per la XVI edizione della Giornata europea per la donazione di organi con moltissime iniziative.